La Puglia al Prowein 2012

Home » Uncategorized » La Puglia al Prowein 2012

Al via il 4 marzo l’edizione 2012 di Prowein, la fiera del vino che si tiene a Dusserdolf in Germania. Per 3 giorni i maggiori produttori di vino avranno la possibilità di esporre, organizzare degustazioni e promuovere i loro vini.

Grande protagonista la Puglia con oltre 40 viticoltori che rappresenteranno la regione a questa fiera, vetrina importantissima a livello europeo per la promozine dell’industria enologica pugliese.
Grande successo già nel 2011 per il made in Puglia che ha segnato un +16,2% alla voce esportazioni ed oltre il 40% di vinificazione DOC ed IGT. Cifre che confermano i notevoli passi in avanti che la Puglia ha compiuto negli ultimi anni.

Wine figures

“Affrontiamo il nuovo anno – commenta l’assessore alle Risorse agroalimentari della Regione Puglia Dario Stefàno – con la soddisfazione dei tanti riconoscimenti ricevuti dalle nostre produzioni enologiche nel 2011 a livello nazionale e internazionale, contribuendo alla affermazione del brand “Puglia, simbolo ormai in tutto il mondo di gusto e qualità. Due cifre significative del percorso sin qui compiuto ma anche della strada che ci attende: la prima, il +16,2% delle esportazioni nei primi 9 mesi del 2011, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, nella categoria dove eccelle la perfomance dei nostri vini di qualità. Un risultato simbolo della Puglia caparbia, che si ostina a investire in percorsi di crescita nonostante la congiuntura negativa. La seconda cifra si riferisce a un altro traguardo del 2011: abbiamo superato il 40 % in vinificazione di qualità (DOC e IGT). Significa che proseguiamo a grandi passi verso il traguardo del 50% che ci siamo dati per il 2015. Un traguardo che traduce l’ambizione del nostro comparto a fare della qualità l’unica cifra con cui modulare una produzione enologica che trova nel suo legame con il territorio, con i vitigni autoctoni, con la storia delle sue genti la ragione della sua identità e la radice del suo fascino e del suo gusto”.

Leave a Reply